Gli esperti di enologia affermano che i vini francesi sono stati i primi ad oltrepassate il confine tra mestiere, artigianato ed arte. La Francia è attualmente considerata da molti la patria della dell’enologia moderna. In occasione dell’esposizione universale di Parigi del 1855, l’imperatore Napoleone III approvò la classificazione di qualità in base alla scala dei Cru. Negli anni ‘Trenta ci fu in Francia l’introduzione dei disciplinari e delle denominazioni di origine controllata, che in francese si chiamano:

  • AOC (da Appellation d’Origine Contrôlée) che può comprendere delle sottozone;
  • Vins de Pays, zonale, dèpartemental, regional, legata soprattutto alle zone vinicole, che sono più estese rispetto a quelle prescritte dalle AOC;
  • Vins de Table (VdT), che identifica i vini da tavola.  

Attualmente le coltivazioni della vite sono diffuse in tutta la Francia e raggiungono un totale di circa 800.000 ettari. La nazione francese produce quasi 40 milioni di ettolitri di vino.

ORIGINI DEL VINO FRANCESE

L’enologia in Francia ha origini antichissime. Le prime coltivazioni della vite risalgono al 600 a.C., infatti è in questo periodo che avvenne l’introduzione nel Paese della viticoltura grazie ai Greci. Furono i Romani, grandi estimatori e consumatori del vino, a dare impulso alla produzione di questa bevanda in Francia. Nel medioevo anche gli ordini monastici incentivarono la coltivazione della vite per produrre il vino da usare nelle liturgie.

Quando si sviluppò la città di Burdigala (oggi conosciuta come Bordeaux), grazie alla sua posizione strategica divenne una potenza mercantile e qui si avviò la commercializzazione del vino.

LE REGIONI DOVE SI PRODUCE VINO FRANCESE ECCELLENTE

Non esiste una sola regione francese famosa per i vini pregiati, infatti la qualità dei vini francesi è elevata su buona parte del territorio nazionale. Le singole zone vinicole nel territorio francese sono considerate un punto di riferimento per ciascuna tipologia di vino che le caratterizza. La Borgogna, Bordeaux e la Valle del Rodano sono rinomate per i vini rossi mentre l’Alsazia e la Valle della Loira sono note per i vini bianchi. La zona di Champagne , inoltre, è famosa per gli spumanti. Vediamo il legame esistente tra ogni zona vinicola e la tipologia di vino prodotta.

Principali zone vinicole della Francia

  • Champagne AOC. Lo Champagne realizzato solo con uve Chardonnay viene chiamato “blanc de blancs”, quello prodotto solo con Pinot Nero si chiama “blanc de noir”;
  • Bordeaux AOC. Nei vini di questa zona si percepiscono solitamente note di fieno ed erbacee, meno comuni nei vini italiani;
  • Bourgogne AOC, Alsace AOC. La Borgogna è una delle zone al mondo a più alta latitudine nelle quali sia possibile produrre vini rossi. Nell’Alsazia si producono vini dolci, passiti e vini a vendemmia tardiva. Inoltre, vini bianchi come il Gewurztraminer , il Riesling , il Pinot Grigio e il Moscato;
  • Côtes du Rhône AOC. Nella valle del Rodano i Papi incoraggiarono per buona parte del XIV secolo lo sviluppo della qualità dei vini. I vini rossi del vitigno Syrah sono tra i più famosi della zona;
  • Cotes de La Loire, Provence e Corsica, Languedoc Roussillon. In queste zone vinicole si realizza più di un terzo del vino francese.

ACQUISTARE I MIGLIORI VINI FRANCESI SU THIRSTY DELIVERY

I vini francesi più diffusi a livello internazionale si possono trovare nelle enoteche, in alcuni supermercati molto forniti oppure negli e-commerce che consentono di acquistare vino online. Molti estimatori di vino francese scelgono la app Thirsty Delivery per essere certi di trovare prodotti di elevata qualità. Una volta scelto il vino bianco o il vino rosso online, la consegna a domicilio gratuita sarà effettuata entro 30 minuti. Le bottiglie arrivano a casa già refrigerate e pronte per essere stappate.


Il grande Albertone nazionale si presta come non mai a descrivere, con la sua grande simpatia, la situazione incredibile nella quale ci troviamo con i consueti paradossi e personaggi esilaranti. Ci piace regalare qualche risata a chi segue il nostro blog.

Mai più senza vino

Il vino non finirà mai Albè stai tranquillo.

Thirsty Delivery App

Thirsty Delivery è una nuova applicazione, collegata ad un e-commerce, ideata da un gruppo di ragazzi di Milano, legati dalla passione per il mondo del vino. Ludovico Anania, Pietro Bodrito, Carlo Maria Nicoli e Gianluca Maria Schneuwly curano attualmente questo progetto innovativo, che sta crescendo rapidamente, con un ottimo riscontro da parte del pubblico.

Come si ordina il vino su Thirsty? È sufficiente scaricare la app gratuitamente sul proprio smartphone e scegliere nel catalogo le bevande che si preferiscono. Alcuni vantaggi saltano subito all’occhio:

  • non c’è l’obbligo dell’ordine minimo,
  • il servizio di consegna a domicilio è gratuito,
  • i prodotti arrivano a casa entro 30 minuti.

In alternativa, per chi preferisce usare il pc, si può ordinare e acquistare anche dall’e-commerce. Una vera comodità, se si pensa a quanto sia facile, coi ritmi frenetici della vita di oggi, dimenticarsi di comprare una bottiglia di vino o di birra da mettere in tavola a cena o, al contrario, quanto sia difficile spostarsi in città e trovare parcheggio, per cercare un buon vino rosso o bianco in un’enoteca o al supermercato.

VINI ECCELLENTI E SERVIZIO DI CONSEGNA GRATUITA A DOMICILIO: LA SFIDA DI THIRSTY

I drink vengono trasportati in ambiente refrigerato, a bordo degli scooter in dotazione dell’azienda, usati per muoversi con maggior velocità per le strade di Milano. «La sfida per Thirsty, iniziata un paio di anni fa, è senza dubbio difficile perché il beverage, a differenza del food, non è considerato un bene di prima necessità – spiegano i titolari di Thirsty Delivery -. Nel mercato delle bevande alcoliche, però, si è registrata una crescita della domanda, soprattutto in termini di qualità. I consumatori di vino, birra, superalcolici infatti ambiscono sempre più prodotti Premium».

Wine app Thirsty Delivery: ecco come farvi consegnare i drink a casa

L’utente ha la possibilità di scegliere, stando comodamente seduto sul divano di casa sua, tra oltre 150 etichette di vino, 13 di birra e diversi superalcolici selezionati. Un punto di forza di questa start-up è la garanzia della consegna entro 30 minuti dall’acquisto, gratuita e senza limite minimo di spesa. La piattaforma è facile da utilizzare e il processo di acquisto è semplice e intuitivo. Dopo aver letto le schede informative su ciascun prodotto, basterà scegliere e pagare in totale sicurezza e si potranno ricevere i prodotti desiderati a casa, alla giusta temperatura, in meno di mezz’ora. L’offerta accontenta sia gli esperti e gli intenditori, con etichette prestigiose, sia un pubblico più giovane e orientato a spendere meno, infatti si può trovare anche una birra a soli 2,50 euro. Un’iniziativa ambiziosa, pensata su misura per i clienti, con prezzi accessibili a tutti.

È in continua crescita il numero di utenti che decide di usufruire dei servizi di consegna del vino a Milano tramite l’e-commerce Thirsty Delivery. Chi ama accompagnare il pasto con gli alcolici, ha scoperto la comodità di ricevere all’indirizzo che si preferisce l’offerta beverage di miglior qualità, senza costi aggiuntivi.Acquistare online e ricevere a casa vini italiani e francesi, permette di risparmiare anche molto tempo a cercare i prodotti nei negozi, nelle enoteche o nei supermercati.

Inoltre, non si dovranno trasportare a mano sacchetti scomodi e pesanti con le bottiglie, rischiando di danneggiarle. Una volta scelte le bottiglie che preferite, dovrete solo aspettare che arrivino a destinazione in mezz’ora. Birre, spumanti, vini pronti da stappare e abbinare ai vostri piatti preferiti, per brindare e godervi al meglio i momenti in buona compagnia.

Continua a leggere

Avete mai comprato il vino rosso online? Oggi esistono alcuni market place dove è possibile trovare selezioni dei migliori vini rossi italiani e stranieri. Anche se è ormai stata smentita la teoria che il vino rosso fa dimagrire, questa rimane una delle bevande più amate in Italia e all’estero. Esistono moltissimi tipi di vini rossi italiani e ognuno racchiude in sé la storia di un territorio, di una vigna e di una lavorazione particolare.

Il vantaggio dell’acquisto di vini online è che si può accedere con facilità a un catalogo ricco di etichette e tipologie di prodotti. Si può leggere la scheda di ciascuna bottiglia, chiedere consiglio all’assistenza clienti e ordinare comodamente da casa propria, dal pc o dallo smartphone. Un risparmio di tempo considerevole e un’opportunità anche per chi vuole avvicinarsi alla scoperta di nuove cantine ma non ha modo di girare l’Italia.

Continua a leggere

Il mercato del vino online in Italia si sta affermando sempre di più negli ultimi anni. Gli e-commerce focalizzati sulla vendita di vino e le enoteche online stanno riscuotendo consensi sempre maggiori da parte degli acquirenti italiani e internazionali. Questa tipologia di negozi sta conquistando una fetta di mercato che fino a poco fa era ancora diffidente nei confronti degli acquisti sul web.

Oggi, grazie alla sicurezza dei pagamenti online e alla presenza di store di fama consolidata nel settore, molti italiani che un tempo erano scettici, si stanno “convertendo”. L’acquisto di vino sul web, insieme a quello di altri prodotti come superalcolici e birra, registra una crescita costante nel nostro Paese.

Continua a leggere

Molti italiani scelgono per praticità di ordinare il vino bianco online e di approfittare della consegna a domicilio. Le enoteche online hanno a disposizione un’ampia selezione di vini bianchi rinomati, ma come orientarsi tra i tanti nomi della lista? Il vino bianco esiste da millenni ed è presente storicamente in Europa, America, Oceania e più di recente ma con impatto inferiore, in Africa e Asia. Si ottiene dalla fermentazione alcolica del mosto dell’uva a bacca bianca o dell’uva a bacca nera che ha la polpa incolore.

Esistono tanti tipi di vino bianco principalmente grazie alla grande varietà dei vitigni, ai metodi di vinificazione e alla quantità di zucchero residuo presente nel vino. Tra i vitigni più conosciuti per produrre i migliori vini bianchi ci sono lo Chardonnay, il Sauvignon e il Riesling. I vini italiani secchi sono i più comuni e si producono tramite fermentazione totale del mosto.

Continua a leggere

Gli esiti di una ricerca dell’Università di Alberta, in Canada, tempo fa avevano confermato che il consumo moderato di vino rosso fa dimagrire. I suoi effetti in termini di dimagrimento, in base alla ricerca, si potrebbero paragonare ad un’ora di palestra. La notizia era avallata anche dai ricercatori di Harvard e della Washington State University. Le ragioni di tale teoria risiedono nel fatto che il vino rosso contiene resveratrolo.

Questa sostanza impedirebbe l’aumento di densità delle cellule adipose, contrastando l’accumulo di grasso corporeo. Il ricercatore americano Jason Dyck, però, ha in seguito smentito gli esiti di tale ricerca, spiegando che l’effetto si otterrebbe solo con l’assunzione di resveratrolo (e di vino) in dosi massicce. Bere un bicchiere di vino al giorno, la sera prima di andare a dormire, dunque, rimane un vero piacere per molti ma non brucia i grassi in eccesso.

Continua a leggere

Molte aziende italiane ed enoteche scelgono oggi di puntare sulla vendita di vino online o di integrarla a quella dello store fisico. Dalle statistiche recenti emerge che il fatturato delle imprese che si occupano di vendita di vino è aumentato del 3% rispetto agli anni scorsi. Sulla scia di questi ottimi numeri, sono nate molte start-up innovative nel nostro Paese che permettono di acquistare i vini sul web.

Queste spingono in modo particolare sulla capacità di effettuare consegne a domicilio entro 30 minuti e rispondono alle necessità di una società sempre più caratterizzata dai ritmi di vita frenetici. Se un tempo gli italiani erano restii a fare acquisti di bevande e prodotti alimentari online, ora sembrano apprezzarne i vantaggi, come la convenienza e il risparmio di tempo.

Continua a leggere